Manifesto per la pace

Leave a comment Standard

Ricordati che dietro ogni sofferenza si cela una persona. Dietro ogni terrorista, uomo politico qualunque persona influente c’è un essere umano. Che al di là del suo ruolo ha dei sentimenti, un vissuto e una famiglia

Abbiamo dimenticato il grande ruolo della famiglia!

Viviamo in una società nella quale non solo, c’è un “iperagio” ma che sta lentamente annientando il nostro essere più profondo. Le nostre origini, la nostra cultura, i nostri valori e la nostra religione.

Siamo essere umani, ci differenziamo dagli animali perché abbiamo la capacità di raziocinio, ma credo che anche questo molti di noi l’hanno scordato

Abbiamo una ricchezza grandissima, se solo sapessimo sfruttarla per fare del bene, per collaborare tra popoli, fra stati. Ma purtroppo siamo troppo presi dal potere, dalla ricchezza, dall’apparenza che dimentichiamo.

Perdiamo la memoria, la pazienza, la dignità e ci vendiamo! Ognuno nel suo piccolo ha la sua corruzione, grande o piccola che sia

Questo non mi scandalizza affatto, mi rendo conto che essendo uomini, quindi di indole imperfetti, sbagliare è del tutto normale, la cosa che non tollero è il menefreghismo e la dimenticanza di questi errori

Se sapessimo guardare le persone per quello che sono: esseri umani e non per il ruolo che ricoprono o ancora peggio per gli errori che commettono, avremmo sicuramente delle situazioni diverse.

Desidero un mondo in cui ogni popolo mantenga le sue radici, le sue peculiarità ma sia aperto al dialogo e allo scambio come crescita personale e collettiva.

Desidero un mondo in cui ci sia pace. Voglio mettermi in gioco ogni giorno per lottare contro la mia “corruzione”, i miei mostri, le mie ipocrisie per essere una donna libera.

Donna libera di decidere, di dire no, di scegliere che cosa sia meglio per la mia vita, senza farmi manipolare, ma cosa più grave non rendendomi conto che lo stanno facendo.

Voglio essere me stessa, con tutti i miei limiti e difetti ma sempre in una prospettiva di miglioramento e ascolto

Non voglio che mi si lobotomizzi il cervello senza aver vissuto tutto. Sono troppo piena di vita in un mondo pieno di zombi e quasi morti.

Voglio la pace per un mondo migliore.

Annunci

Incoerenza

Comments 2 Standard

Siamo un popolo di incoerenti.

Saremmo tutti così pronti a salvare l’Africa, ma quando, vediamo una persona nera sul tram, ci lamentiamo che puzza.

Quando vediamo in televisione quelle immagini strappalacrime di bambini neri che stanno morendo ci commuoviamo,senza tenere conto che sono gli stessi bambini,che ora sono cresciuti e che ci danno fastidio in autobus.

La persona nera che ti sta seduta vicino in tram stamattina, è lo stesso bambino per cui piangevi anni fa.

Che popolo di incoerenti che siamo.

Non vogliamo dare soldi alle Onlus perché c’è la crisi, però 50 euro per una maglietta li abbiamo.

Non vogliamo sprecare l’acqua sempre per salvare il bambino in Africa e poi diamo soldi alle multinazionali che sfruttano i bambini stessi per il tuo paio di scarpe.

Questo mondo porta l’uomo ad essere incoerente.Ma nessuno ha il coraggio di dirlo.

Petra

Viaggiare

Comments 6 Standard

Amo viaggiare.

Scoprire i posti, il cibo, la diversità dei popoli.

Amo dire la parola popolo e non razza od etnia.

Se andiamo a cercare su Wikipedia il significato di popolo, troviamo questo: “La parola popolo nel suo significato più specifico è un termine giuridico che indica l’insieme delle persone fisiche che sono in rapporto di cittadinanza con uno Stato tali da essere titolari della sovranità che il più delle volte non viene esercitata in maniera diretta, ma delegata a uno o a più rappresentanti.

Si parla di popolo anche nell’Antico Testamento,Dio in persona parla di popolo. Dio stesso vuole unità tra gli abitanti del territorio. Il popolo quindi è un insieme di persone che condividono qualcosa in comune. Un bene più grande, non sono solamente “sovrani” di un pezzo di terra. No, ben altro, quel terreno gli appartiene. Bisogna che venga “personalizzato” e lì avviene il bello e la creatività della cultura. Lì si vede quanto il popolo è unito. Lì sta la bellezza della diversità.

Petra